edilizia popolare

A perseguire politiche di incremento dell’edilizia popolare – affiancando alla costruzione, interamente finanziata con risorse pubbliche, di alloggi da destinare all’affitto a famiglie a basso reddito o in condizioni di particolare svantaggio sociale (edilizia sovvenzionata o le cosiddette “case popolari”) – quella parzialmente finanziata con risorse pubbliche, di alloggi da destinare alla vendita a famiglie con reddito medio-basso (edilizia agevolata) e di nuova costituzione, favorendone così l’accesso alla proprietà. Politiche che debbono trovare attuazione concreta anche attraverso la modulazione di specifiche norme da inserire negli strumenti urbanistici che vadano dal recupero del patrimonio edilizio esistente alla realizzazione del nuovo attraverso una flessibilità normativa degli interventi attuativi che liberino dall’attuale rigidità presente negli stessi, lasciando ampio spazio alla discrezionalità degli attuatori degli interventi.